Salta ai contenuti
Salta al menù

Ente per la Gestione del
Parco Regionale di Montevecchia e Valle del Curone

Sede: 23874 MONTEVECCHIA (LC) - Loc. Butto, 1 - Tel. 039.9930384 - Fax. 039.9930619
C.F. 94003030130 - Web: www.parcocurone.it - E-Mail: info@parcocurone.it

Inizio contenuti

Sentieri

Nel Parco sono presenti 11 sentieri che attraversano da Nord a Sud e da Ovest a Est il territorio protetto toccando tutti i comuni che fanno parte del Consorzio di gestione dell'area protetta.

Abbiamo riunito i tratti più significativi dei vari sentieri in un percorso ad anello che coinvolga i luoghi più belli e caratteristici del Parco, percorribile a piedi in circa 6 ore. Non spaventatevi, se camminare così a lungo vi preoccupa potete spezzare questo itinerario scegliendo percorsi alternativi più brevi ma non meno interessanti; infatti il territorio del Parco è ricco di sentieri faticosi che si arrampicano su ripidi versanti o percorsi rilassanti che seguono i crinali delle dolci colline: insomma c'è né per tutti i gusti!

Itinerario

Scarponi ai piedi, zaino in spalla e un binocolo per osservare la fauna: siamo pronti, si parte alla scoperta del Parco!!!
Possiamo lasciare l'automobile al parcheggio di Lomaniga (frazione di Missaglia) e seguire le indicazioni per il sentiero n. 8: si segue la strada che sale dolcemente proseguendo poi lungo la carreccia che conduce alla località Casarigo; da qui il sentiero sale fiancheggiando vigneti e campi terrazzati toccando la località Galeazzino prima di arrivare a Montevecchia alta dove si ammirerà l'ampio paesaggio che si scorge da questo balcone naturale.
Dopo la visita al santuario della Beata Vergine del Carmelo, si potrà proseguire seguendo le indicazioni del sentiero n. 2 verso il Centro Parco "Ca' del Soldato" percorrendo la vecchia strada comunale con il fondo lastricato. Da qui, scendendo verso la Cascina Ospedaletto, si incontra uno dei piccoli torrentelli che si immettono nel Torrente Curone dove si possono ammirare le interessanti sorgenti petrificanti.
Si segue poi il sentiero, parzialmente immerso nel bosco, che risale un costone e passa a fianco ad alcune cascine fino ad arrivare a Galbusera Nera (interessante esempio di antico insediamento rurale) e Galbusera Bianca.
Si seguono le indicazioni del sentiero n. 11 che porta alla sommità di un colle dove svettano verso il cielo degli alti cipressi. Ci troviamo nell'area dei prati magri che possiedono elevato pregio naturalistico per la presenza di elementi floristici mediterranei quali delle rare specie di orchidee.
Camminando sui passi del sentiero n. 7 si giunge in località Deserto dove si incontra la strada panoramica che collega Lissolo a Montevecchia alta: siamo all'interno della Riserva Naturale V. S. Croce e Alta Val Curone. Si prosegue lungo un sentiero che attraversa a mezza costa la parte più elevata della Valle S. Croce fino ad arrivare alla Cappelletta di Crippa: da qui si prende la via dei roccoli, così chiamata perché lungo il crinale si incontrano dei vecchi roccoli in disuso, utilizzati un tempo per la cattura degli uccelli.
Si arriva a Monte di Missaglia dove si seguono le indicazioni per il sentiero n. 9 per la Valle S. Croce: sulla strada si incontra una stele eretta a ricordo dei morti della peste del 1630. Qui si percorre il sentiero n. 6 che segue il torrente Molgoretta fino alla località Pianetta dove si sale seguendo un sentiero con leggeri saliscendi fino alla località Albereda. Da questo punto si scende e si arriva al punto di partenza a Lomaniga: siamo arrivati!!!

I percorsi

Tutti i percorsi sono segnalati sul territorio.

1
Sentiero n.1

Da nord a sud, con partenza da Sirtori (località Ceregallo) e arrivo a Lomagna.

2
Sentiero n.2

Dalla stazione ferroviaria di Cernusco Lombardone alla località Beolco (Olgiate Molgora).

3
Sentiero n.3

Dalla stazione ferroviaria di Osnago all torrente Curone.

4
Sentiero n.4

Dalla stazione ferroviaria di Osnago a Valaperta (frazione di Casatenovo).

5
Sentiero n.5

Dalla stazione ferroviaria di Cernusco Lombardone a Maresso (frazione di Missaglia)

6
Sentiero n.6

Da Sirtori a Lomagna

7
Sentiero n.7

Dalla stazione ferroviaria di Cernusco Lombardone a Missaglia

8
Sentiero n.8

Da Lomaniga (frazione di Missaglia) alla località Beolco (Olgiate Molgora)

9
Sentiero n.9

Da Montevecchia a Missaglia

10
Sentiero n.10

Da Sirtori (località Ceregallo) a Montevecchia alta

11
Sentiero n.11

Dalla stazione ferroviaria di Cernusco Lombardone a Perego.

Informiamo che è disponibile, dietro versamento di un contributo di € 5,00, la carta dei sentieri del Parco sulla quale, oltre ai percorsi, sono segnalati tutti i punti di interesse naturalistico e paesistico, gli edifici rurali e religiosi di particolare pregio, le infrastrutture e i servizi offerti dal Parco.

Norme d'utilizzo di CÓ del Soldato

LIMITAZIONI AL TRANSITO CICLO-EQUESTRE

Scarica la delibera N.15 del 4/3/2013 relativa alle limitazioni al transito ciclo-equestre sui sentieri del Parco
Scarica l'allegata cartina

Percorsi audioguidati

Quelli che seguono sono 4 percorsi descritti oralmente, adatti per l'utilizzo da parte di persone cieche o per chiunque voglia percorrerli con l'ausilio di un'audioguida. E' possibile utilizzare i file contenuti in ciasun archivio con un lettore MP3, oppure masterizzarli su CD-Audio per l'ascolto con un lettore di CD portatile.

sorgenti
Percorso sorgenti petrificanti

Percorso che ci condurrà alla scoperta delle affascinanti sorgenti petrificanti, della lunghezza di circa due chilometri e mezzo e percorribile in un’ora e mezzo di cammino.

stazione
Percorso stazione

Questo percorso, della lunghezza di 4 chilometri e mezzo, parte dalla stazione ferroviaria di Cernusco Lombardone – Merate a circa 260 metri s.l.m.. e ci condurrà, passando per cascine e caratteristici nuclei rurali, alla Cascina Butto a circa 380 metri s.l.m.

erbe
Percorso erbe officinali

Questo percorso, che si snoda sul versante sud della collina di Montevecchia, parte da Montevecchia, a circa 440 metri s.l.m., e scende lungo i terrazzamenti coltivati fino alla località Casarigo a circa 330 metri s.l.m. e all’antico ponte; quindi risale la collina tornando al punto di partenza.

prati magri
Percorso prati magri

Questo tracciato, della lunghezza di 4 chilometri e mezzo, ci porterà dai cipressi, a circa 400 metri s.l.m. a Pianello a 440 metri s.l.m. Da qui scenderemo alla cascina Costa, a circa 370 metri s.l.m. e quindi alle cascine Galbusera Nera e Bianca a circa 350 metri s.l.m. per poi tornare al punto di partenza.

Gli stessi percorsi sono disponibili anche su CD Audio, reperibile presso il centro parco CÓ del Soldato e gli uffici del consorzio in localitÓ Butto.

Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone
Loc. Butto, 1 - 23874 Montevecchia (LC) - Tel. 039.9930384, Fax 039.9930619
Contatti